8 giugno 2013

L' amore non ha età

- Perchè usi sempre il binocolo?
- Mi aiuta a vedere le cose da vicino anche se non sono molto distanti. Fingo che sia il mio potere magico." - Moonrise kingdom


Nel campo estivo degli scout Khaki, la vita procede tranquillamente fino a quando una mattina Master Ward che guida il campo, durante la quotidiana ispezione della mattina scopre che il dodicenne Sam si è dimesso. Sì esatto Sam con una lettera si è dimesso formalmente dal servizio ed è scappato durante la notte.
Parallelamente Suzy, che abita a New Penzence prepara la sua valigetta perchè ha intenzione di scappare; il fatto è che Suzy non si sente amata e non considerata come vorrebbe dalla famiglia (in effetti non si accorgono che è scappata fino a quando con un grande e freddo megafono la madre chiama la ragazzina per la cena). I due ragazzini vogliono scappare insieme.
Anche se le loro situazioni sono completamente diverse (Sam è un orfano, mentalmente instabile e scout Khaki poco popolare, Suzy invece è la figlia con il mal di vivere di due avvocati) i due avvertono il loro disagio come mancanza d' amore che cercano di trovare scappando dalla loro realtà. C' è così tanta dolcezza nel vedere i due lottare per poter stare insieme che lo spettatore non può fare a meno di tifare per i ragazzini fino alla fine.

In Moonrise Kingdom la storia è costruita magistralmente anche attraverso una serie di dettagli, a partire dall' epoca scelta (1965), l' amore per la natura e i grandi spazi all' aperto, l' importanza data agli oggetti veri e propri strumenti per sopravvivere non solo alle ostilità esterne ma che servono anche a definire se stessi: una pipa, dei libri, un binocolo e un giradischi.
Intorno a tutto ciò ruotano gli altri personaggi: un poliziotto malinconico, maestri scout che fanno della loro passione una vera e propria ragione di vita, un gruppo di ragazzini che pentiti cercano di aiutare i fuggitivi e una meravigliosa Tilda Swinton che però interpreta una ferrea assistente sociale che segue le regole alla lettera. 
Un vero balsamo per il cuore, una fiaba di bambini grandi, in una fase di transizione e alle prese con un mondo che spesso si rivela ostile e consumato dagli schemi che lo definiscono rovinandone la bellezza.

Ringrazio Samantha per il suggerimento e la pazienza!
 

12 commenti:

  1. non ho mai visto questo film,grazie per averne parlato :) buon sabato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver commentato ;)
      Buon sabato

      Elimina
  2. Bellissimo film! Estetica pop, colori pastello e magico tocco Anderson!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tutto rende ancora più gradevole la visione del film

      Elimina
  3. bellissimo post! adoro <3

    ti ho scoperto da poco! ti seguo volentieri!
    ti aspetto sul mio blog! mi farebbe molto piacere :)

    new post hair trend on http://girlfashion9002.blogspot.it/2013/06/hair-trend-foulard.html#more

    xoxo
    Gemma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Gemma, visito il tuo blog molto volentieri ;)

      Elimina
  4. un film per cui la definizione migliore è: adorabile :)

    RispondiElimina
  5. Anderson è un genio. L'ho conosciuto con i Tenembaum e da lì non ho più smesso.

    (vorrei anche io un paio di orecchini come quelli che Sam crea per Suzy!)

    RispondiElimina
  6. questo film l'ho adorato, letteralmente e probabilmente l'ho già scritto troppe volte sul blog :)!
    ora devo decisamente iniziare la wes anderson maratona che rimando da troppo troppo tempo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ho letto, ma è impossibile non adorare questo film!

      Elimina