1 agosto 2013

Le tentazioni della notte

«Quando mi sveglio nel cuore della notte è a te che penso. Ti penso quando le cose non vanno bene.» - Last Night

I film ambientati di notte hanno sempre un certo fascino perchè lo ha la notte stessa, perchè sembra che possa sempre succedere qualcosa di affascinante o di avventuroso, può essere un punto di partenza per qualcosa di bello come no. Si respira una sorta di libertà provvisoria, la notte spesso porta promesse e aspettative che non sempre vengono rispettate.
Le notti in last night  ci raccontano della vita di coppia di Michael e Joanna, che stanno insieme dai tempi del college e sono sposati da pochi anni. Dopo una serata passata insieme ad alcuni colleghi i due finiscono per avere una discussione a causa dei gesti e delle attenzioni particolari di una collega di Michael; in seguito alla sua partenza Joanna si trova a dover gestire una situazione del tutto imprevista. La notte ovviamente è quella che porta a galla tutte le tentazioni fisiche e mentali che i protagonisti credevano di poter evitare e la possibilità di minare tutto ciò che hanno costruito durante gli anni.

Di pecche il film abbonda: i tempi sono troppo lunghi, i personaggi non sono sviluppati a dovere (fatta eccezione per quello di Joanna), i dialoghi ridotti all'osso non sempre sono inteligenti come ci si aspetta e l'intreccio è forse anche un pò banale. Credo che le vere forze del film siano le atmosfere, il sapiente gioco di colori e il fatto che offre più occasioni per riflettere: questi sono i motivi per cui non mi sento di bocciare il film.
Nessun personaggio di certo esce da quella notte uguale a prima, tutti maturano delle consapevolezze, alcuni forse anche senso di colpa. Non mancano analogie con Eyes Wide Shut, che per primo ha portato sullo schermo certe dinamiche sul matrimonio e la vita di coppia. In questa pellicola però si lascia molto spazio all'interpretazione dello spettatore, al quale spetta il compito di capire dove sta il torto e dove la ragione, dove sia la colpa più grave o la maggiore responsabilità: sono tutti vittime dell'incapacità di affrontare con maturità le proprie scelte? Forse sì. Forse sono vittime di quell'atteggiamento che rende le passioni effimere, prive di fondamento e che durano poco. Giusto una notte.

16 commenti:

  1. a me questo film ha colpito tantissimo, nel bene e nel male. Sarà per l'atmosfera notturna che hai ben descritto, sarà per questo gioco di fedeltà/ infedeltà che sembra così labile...per la bellezza di Joanna e per il suo essere fragile e per quanto fa pensare sulla vita. L'ho visto poco tempo fa in lingua originale e ammetto che la Knighthley mi ha un pochetto deluso...

    RispondiElimina
  2. questi film hanno il loro fascino, mi incantano, mi rilassano e mi fanno pensare almeno per un momento ad altro... :)

    RispondiElimina
  3. Mi hai incuriosito!!
    Sicuramente lo vedrò :)
    http://mywonderrfulworld.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. lovely post!

    https://runwaymonk.wordpress.com

    RispondiElimina
  5. Condivido pienamente il tuo parere su questo film, per i tempi troppo lunghi e per il resto. Non so, la fine mi ha lasciato la bocca amara e non sono rimasta del tutto soddisfatta :/
    Baci
    Francesca di http://everydaycoffee23.blogspot.it

    RispondiElimina
  6. Non ho apprezzato molto l'ottica del film: avevo la sensazione che l'autore volesse far trasparire che il tradimento da parte della donna, che avvenga o no, è sempre più grave di quello dell'uomo, perché per questi è una questione fisica mentre per quella è mentale, cosa davvero confutabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho discusso a lungo con mia sorella circa questo aspetto. Secondo noi, indipendentemente dal fatto che lei sia donna, Joanna e' piu "guilty" di lui. e lo e' perche non ha avuto il coraggio di rincorrere cio che magari davvero voleva, e vive una vita con dei rimpianti, che le e' tornata piu' facile.
      Forse era questo il messaggio?

      Elimina
    2. Sì anche io la penso come te Simona, alla fine non è un discorso uomo/donna, il fatto è che lui ha ceduto alla tentazione fisica, lei invece continua a seguire una strada che non è quella giusta, facendo vivere anche al marito e a se stessa una vita coniugale non vera come dovrebbe.

      Elimina
  7. Anche io lo voglio vedere adesso :)
    xoxo, Den.
    Intervista a Chiara biasi:
    www.thebsheep.blogspot.com

    RispondiElimina
  8. Ho visto questo film qualche anno fa.. mi ha colpito molto, bel film poi Keira è una delle mie attrici preferite e in questo film è divina!

    Baci
    Alessia
    The New Art of Fashion

    RispondiElimina
  9. lo devo vedere. Adesso sono curiosa :)

    RispondiElimina
  10. lo devo vedereeeeee !!! assolutamente!

    RispondiElimina
  11. adoro le ambientazioni notturne, sono itrospettive e romantiche
    ♡B.
    LOVEHANDMADE.ME

    RispondiElimina
  12. Bhe ora lo fitto e lo guardo davanti ad un cinese, ammazzo lo stress!

    http://ilmondosottosopra.altervista.org/sembra-quasi-la-felicita/

    RispondiElimina