13 settembre 2013

The wind is low, the birds will sing, that you are part of everything. Dear Prudence, won't you open up your eyes?

La storia di Jude è la storia di un ragazzo che vive in pieno anni attraversati da grandi contrasti e scontri, da guerre e radicalismo hippie. Immigrato clandestinamente negli USA per cercare il padre, quello che trova va ben oltre le sue aspettative. Qui conosce Max e Lucy insieme ai quali intraprende un percorso di crescita, grazie anche agli eventi storici che inevitabilmente li travolgono.

Se non amate i musical questa non è decisamente una pellicola che fa per voi, considerato il fatto che i dialoghi sono letteralmente ridotti all'osso, tutta la struttura del film si basa sui testi delle canzoni dei Beatles e sulle coreografie di Daniel Ezralow, alcune di forte impatto visivo come quella costruita attorno alle note di "I want you (She's So Heavy)". Una sorta di staffetta dei successi più amati e conosciuti dal pubblico dei quattro di Liverpool (33 brani), le prime note di "Let it be" rivisitata in chiave gospel nella seconda parte sono qualcosa di magnifico.
Across the Universe può vantare oltre alla buona recitazione degli attori principali anche una serie di camei molto piacevoli, tra i quali troviamo Bono degli U2 nel ruolo di un guru esaltato, Salma Hayek nel ruolo di un'infermiera canterina e Joe Cocker nella parte di un barbone che intorna "come together". 
La regista, Julie Taymor, è riuscita partendo dai testi di uno dei gruppi musicali più importanti della musica a raccontare egregiamente una generazione che sconvolse le convenzioni sociali ed alcune delle pagine più belle, interessanti e tragiche (guerra in Vietnam e la morte di Martin Luther King) della storia americana.
Un dipinto di un incubo che ha coinvolto un'intera generazione che ha protestato al seguito di un mantra potentissimo, All you need is love, che risuona ancora oggi ma forse con meno forza e convinzione di allora.

12 commenti:

  1. Ho provato più volte a vederlo ma alla fine non ci sono riuscita... ma molti me ne hanno parlato bene... dovrei riuscire a trovare il momento giusto per guardarlo davvero... :-)

    RispondiElimina
  2. Ti seguiamo con piacere !!.

    Vale e Sabri
    http://colorcartadazucchero.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. è vero, il genere musical è difficile, o lo si ama o li odia. Però ci sono alcuni musical che riescono a trascinare anche i più restii e di solito sono quelli che hanno una sceneggiatura compatta e canzoni immortali.

    RispondiElimina
  4. mi è piaciuto davvero molto questo film.... dovrei rivederlo, nonostante non sia un'amante dei musical ;)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche a me piacciono molto, ma alcuni riescono a colpirmi positivamente e Across the Universe rientra tra questi.

      Elimina
  5. Mi piace l'atmosfera del tuo blog, dove si può discutere di cinema! Ti seguo con immenso piacere!
    Bellalullo

    RispondiElimina
  6. Il film è across the universe e l'ho visto e mi è anche piaciuto ^_^

    http://lafabricadeisogni.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. Eccomi, come promesso!
    Ti seguo, Bel blog!

    Nuovo post da me

    http://lavitaebellatanto.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. Sembra un bellissimo film^^ i musical se ben fatti sono travolgenti mi viene in mente subito "greese" di cui conosco a memoria ogni brano, o il più recente "mamamia" altrettanto bello! Questo non l'ho mai visto ma certo che, con le musiche dei Beatles, non può che essere travolgente^^ un bacione<3

    RispondiElimina