27 novembre 2013

I film del giorno: The art of gettin by & Le Prénom

The art of gettin by
«Ci sono 6,8 miliardi di persone sulla terra e di questi ne muoiono 60 milioni l'anno. Facendo i calcoli, ci sono circa 160.000 morti al giorno, 6.600 l'ora, 110 al minuto.
Mi ricordo una frase che lessi da bambino: "viviamo da soli, moriamo da soli e tutto il resto è solamente un'illusione". Non ci dormivo la notte. Muoriamo tutti da soli, quindi perchè dovrei passare la mia vita a lavorare, sudare e affannarmi. Per un illusione? Perchè non ci sono amici, ragazze, esercizi per coniugare i verbi che mi faranno scappare dal mio destino».
Al centro della narrazione ci sono George, un adolescente che sembra non nutrire alcun interesse verso la scuola e le sue attività e Sally, sua coetanea nonchè prima persona ad averlo incuriosito veramente. Detta così suona come la classica storia da teen-movie, ed in effetti non sarebbe una definizione completamente errata, se non fosse che questa pellicola qualche sorpresa la riserva. Sicuramente non è un capolavoro ma è comunque una storia che scorre facilmente senza grandi intoppi concedendo allo spettarore una piccola dose di sentimentalismo senza però diventare zuccheroso.
Essendo l'esordio alla regia di Gavin Wiesen possiamo sicuramente promuovere la pellicola, grazie anche a due attori come Freddie Highmore ed Emma Roberts che nonostante la giovane età dimostrano grande potenziale. Un film ideale per chi è interessato al cinema indipendente. Trailer
  Le Prénom
«Io non sono omosessuale! - Sei praticamente l'unico a non saperlo allora!»
Prendete un appartamento a Parigi, cinque amici con idee completamente diverse su tutto, uno più sconcluisionato dell'altro, una domanda sconveniente e una serie di esilaranti conseguenze. Shakerate bene e quello che otterrete è una commedia fresca, brillante e divertente. Come ho già scritto più volte, le commedie francesi io le adoro tutte (o quasi) ma qui non si tratta solo del mio amore incondizionato per questo genere, è che Le Prénom - in Italia Cena tra amici - è effettivamente una bella commedia che non risente assolutamente del fatto che tutta la narrazione avviene all'interno di una sola stanza (stile Carnage ma con toni decisamente più scanzonati).  110 minuti in cui, in un crescendo dialettico, si confrontano e si scontrano Pierre lo snob, Elisabeth l'insofferente,  Vincent lo sbruffone, Anna la perbenista sempre in ritardo e Claude il precisino per gli amici Svizzero. Le apparenze verranno presto abbandonate per liberare finalmente la vera natura di questi personaggi, tanto contraddittori quanto adorabili. Trailer

8 commenti:

  1. Non conosco i film, ma quanto mi piace il tuo modo di parlarne! Si vede proprio che sei una patita! :) Ogni tuo post trasuda passione e questa è una bella cosa!
    Un bacione!
    Life, Laugh, Love And Lulu!!
    Facebook Page

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei veramente tanto gentile, grazie mille! ♡

      Elimina
  2. Lo metton in lista, questi film meno noti di cui hai scritto non mi hanno quasi mai delusa:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son contenta, aspetto di sapere cosa ne pensi allora ^_^

      Elimina
  3. the art of getting by io lo promuovo proprio per il rotto della cuffia...
    carino, ma mi ha ricordato troppo altri tremila indie movie molto simili..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, sicuramente non è un gran film.

      Elimina
  4. It seems like a good film. I've not watched it before.
    Thanks for your recommend! :)

    RispondiElimina
  5. piaciuto parecchio anche a me e poi Emma è un amore, la adorooooooooooooooooooooo

    RispondiElimina