21 maggio 2014

La vita non è un film

Quando dico che la vita non è un film non è che svelo il terzo segreto di Fatima, è decisamente una cosa risaputa. Ma quando ti trovi davanti a certe scene, la mente non può fare a meno di pensare alla realtà, perché le cose non è che vadano esattamente come vengono descritte ...

Risveglio. 
  • Film: lei si sveglia avvolta da morbidissime lenzuola di seta bianche, i capelli sono leggermente scomposti ma vaporosi e lucenti, ha un filo di trucco, un leggero completino di Victoria's secret (anche se è pieno inverno e fa un freddo cane), il letto è perfettamente in ordine (escluso l'angolino in cui lei è seduta in maniera composta ed aggraziata) in pochi secondi è già pronta per la splendida giornata che l'aspetta. Immancabile è la colazione che il fidanzato, dolce e premuroso, le ha portato a letto.
  • Realtà: Ti svegli avvolta da "morbide" lenzuola di un tessuto non meglio identificato, una coperta ed un piumone (se è pieno inverno), i capelli sono tanto arruffati da ricordare quelli di Mafalda, pigiamone (ovviamente in pile) e dolcevita, calzettoni di lana dentro ai quali hai infilato, la sera precedente, i pantaloni del pigiama (mica vuoi congelare durante la notte!), il letto sembra essere reduce dalla seconda guerra mondiale (soprattutto la parte in cui hai dormito tu), non ti basta un'ora per riuscire a connettere e formare una frase di senso compiuto. Immancabile è la colazione, che ovviamente farai di corsa perché per qualche strana ed oscura ragione riesci sempre a fare tardi.


Cura del corpo.
  • Film: Lei è una donna in carriera, ha mille impegni e tantissime cose da fare, eppure non può rinunciare alla cura del corpo. Dopo un bagno rilassante a base di oli essenziali e candele profumate, esce dall'acqua completamente rigenerata. Si asciuga in pochi minuti i lunghi capelli che, anche senza il bisogno del pettine, risultano morbidi e setosi come quelli della pubblicità della Sunsilk. Dopo aver indossato un semplice tubino nero, in pochi minuti è pronta per una serata con le amiche di sempre.
  • Realtà: Tu sei una donna in carriera, hai mille impegni e tantissime cose da fare, eppure non puoi rinunciare ... a farti almeno la doccia! Trenta minuti sotto l'acqua (di cui 5 passati ad imprecare perché non trovi la temperatura adatta) non sono sufficienti, ma decidi ugualmente di uscire dopo aver notato che hai le dita lessate che sembrano quelle di Silente. Ti asciughi i lunghi capelli, ma dopo dieci minuti sono ancora bagnati, decidi quindi di adottare la tecnica "asciugatura ad minchiam" (perdonate il francesismo). Così le provi tutte: phon rivolto verso l'alto, verso il basso, di lato, a testa in giù ... ed è un attimo che torni a somigliare a Mafalda, nonostante l'uso del pettine! Dopo aver trascorso un'ora in bagno, sei più stanca di prima e decidi quindi, dopo aver indossato il tuo meraviglioso pigiama in pile e calzettoni di lana, di andare a dormire.

Abbigliamento

  • Film: Lei non sa esattamente cosa significhi sentire freddo. Anche se fuori ci sono i pinguini e il ghiaccio, lei esce di casa con delle scarpe rigorosamente tacco dodici senza calze. Avvolta dal suo leggerissimo vestito primaverile color cipria, decide di non voler rischiare troppo ed indossa un cappellino che le tiene scoperta la fronte, ma che soprattutto non le rovina la messa in piega.  D'estate opta per dolci vestiti fru fru dai colori allegri e sgargianti,  perfetti per fare shopping pomeridiano.
  • Realtà: Non sai esattamente cosa significhi sentire freddo. Dato che fuori ci sono i pinguini e il ghiaccio decidi di uscire di casa con degli scarponi da montagna, doppio paio di calzettoni di lana, calze 1000 denari, dolcevita di lana, maglione, giacca, piumino e sciarpona. Per non rischiare troppo indossi un cappello che ti tiene coperta completamente la testa, lasci scoperti solo gli occhi. D'estate non sai proprio che cosa significa fare shopping pomeridiano ... troppo caldo!


Al mare con la dolce metà

  • Film: loro sono la classica coppia da spiaggia. Lei indossa deliziosi bikini microscopici per poter finalmente sfoggiare il fisico che è riuscita a mantenere durante l'inverno senza il bisogno di nessuna attività fisica e si rilassa con letture impegnate. Lui è sempre in acqua a fare surf, ha l'abbronzatura perfetta proprio come la sua forma fisica e tra un'onda e l'altra non dimentica di dedicare attenzioni alla fidanzata.
  • Realtà: voi siete la classica coppia che con la spiaggia non c'entra proprio niente. Dopo aver girato trenta minuti sotto il sole, camminando sulla sabbia rovente per trovare il punto ideale dove piantare l'ombrellone, il vostro lui si dilegua misteriosamente. Indossi un costume intero rigorosamente nero per cercare di nascondere i rotolini che hai nonostante il duro esercizio fisico e ti rilassi con letture frivole e divertenti. Lui ... lui in effetti si è dileguato, ma ricordate perfettamente la sua pelle bianca come la vostra e la sua pancetta che straborda dall'elastico del costume. 

Ma alla fine dei giochi va bene così. Anche se sconclusionata e caotica, la vita senza imperfezioni sarebbe troppo noiosa e piatta ... imperfetta è meglio!

4 commenti:

  1. eh sì, è più divertente la realtà.
    a meno che il confronto non sia con un film di tarantino, e allora lì può succedere veramente di tutto... :)

    RispondiElimina
  2. Bellissimo questo post, e tropi paragoni ci sarebbero da fare ancora! (tipo come si mangia a tavola nei film e come nella relatà: nei film un boccone minuscolo viene masticato molteplici volte, nella realtà un boccone normale viene masticato 5 volte e via! ahahaha!!)
    Un bacione
    Life, Laugh, Love And Lulu
    Facebook

    RispondiElimina
  3. ahahahha :) molto divertente!!

    RispondiElimina
  4. io so esattamente cos'è il freddo in inverno! e i capelli da mafalda! però a mio favore devo dire che disfo solo la metà del mio letto! ;)

    RispondiElimina