2 maggio 2013

Follia

“Avete mai confuso un sogno con la realtà? Avete mai rubato qualcosa pur avendo i soldi in tasca, vi siete mai sentite tristi? Avete mai pensato che il vostro treno si muovesse, mentre invece eravate ferme? Forse ero solo pazza, o forse erano gli anni Sessanta. O forse ero solo una ragazza interrotta.”

Non molto tempo fa, mentre mangiavo in un locale nella mia città, mi sono accorta che poco lontano da me era presente un gruppo di ragazzi con problemi mentali.
Guardandomi attorno ho notato, non solo che attiravano gli sguardi di molte persone all' interno del locale ma anche che erano soggetti a molti commenti.
La malattia mentale generalmente fa paura, questo perchè (salvo gli esperti) non se ne sa molto e quando manca la conoscenza sono proprio la paura e la diffidenza a prevalere.
Questo argomento è stato trattato nel 2007 anche da Simone Cristicchi. L' uscita del suo singolo “ti regalerò una rosa” portato a Sanremo è stato seguito da un libro "Centro di Igiene Mentale - Un cantastorie tra i Matti" una raccolta di lettere, cartoline e missive mai spedite, scritte dai ricoverati e ritrovate all' interno degli archivi del Manicomio di San Girolamo a Volterra.
Oltre al libro sono stati prodotti uno spettacolo teatrale e un documentario nel quale sono presenti tra gli altri Gigi Proietti e Claudia Pandolfi. Se vi interessa approfondire vi consiglio di vederlo, perchè affronta questo argomento in maniera molto sensibile e intelligente.
Pellicola decisamente più famosa quella di “ragazze interrotte” film con Winona Ryder e Angelina Jolie (che con questo film vinse l' oscar come migliore attrice non protagonista).
Il film tratta la storia di Susanna Kaysen, una ragazza che vive negli anni '60 e che viene ricoverata in clinica per tentato suicidio. Durante la sua permanenza in ospedale Susanna farà amicizia con le sue compagne di reparto, tra queste Lisa (Jolie), una ragazza rinchiusa nella clinica da moltissimo tempo.
Le due legheranno tanto in quanto unite dalla loro “follia”, che verrà considerata da Susanna, almeno in un primo momento, come un dono riservato solo a poche persone. In seguito però la situazione cambia e Susanna si rende conto che l'amicizia con Lisa diventa sempre di più un rapporto per lei nocivo.
Se non avete ancora visto il film dovete farlo al più presto.
Baci. M.



“Dichiarata sana e rispedita nel mondo. Diagnosi finale: borderline recuperata. Che cosa voglia dire ancora non l'ho capito. Sono mai stata matta? Forse sì. La follia non è essere a pezzi o custodire un oscuro segreto. La follia siete voi o io, amplificati: se avete mai detto una bugia e vi è piaciuto, se avete mai desiderato di poter restare bambini in eterno...”

Frasi: "ragazze interrotte"


8 commenti:

  1. ma sai che sapevo avessi un blog :)?
    questo film l'ho visto tempo fa e mi ricordo anche che l'avevo trovato parecchio interessante, loro sono molto brave!
    la malattia mentale è una cosa che non nego mi spaventa un po ma sono sempre stata incuriosita da certe cose...tanto che al momento della scelta dell'università avevo anche riflettuto su psicologia prima e poi psichiatria ma alla fine considerando che avrei prima dovuto fare medicina (e sono una gran fifona...) ho lasciato perdere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì anche io alla fine ho ceduto e ho aperto questo blog. La malattia mentale spaventa tutti credo, il problema credo è che non se ne parla mai abbastanza.
      Grazie per essere passata e aver commentato!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Lo è veramente, guardalo se puoi e ripassa di qui se ti va ;)

      Elimina
  3. Complimenti per il tuo blog, è molto curato e le foto sono stupende!
    se ti và passa da me per un saluto
    Tr3nDyGiRL Fashion Blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti, ripassa se ti fa piacere!

      Elimina
  4. Un film molto bello. Interessante il tuo post

    RispondiElimina