3 luglio 2013

Lottare

«Se non ti mobiliti per difendere i diritti di qualcuno che in quel momento ne è privato, quando poi intaccheranno i tuoi, nessuno si muoverà per te. E ti ritroverai solo.» - Milk

Cosa accade quando si cerca di non subire le regole, di affermare la propria diversità e personalità? Cosa succede quando una minoranza sempre sottomessa decide di farsi forza e urlare le sue ragioni ad una maggioranza che sembra sorda? Accade che, lo si voglia o no le cose cambiano, si evolvono e creano nuove strutture anche se la strada per il cambiamento non è facile.
Nonostante il fatto che la vita di questo attivista sia stata raccontata nel 1984 attraverso un documentario, The times of Harvey Milk che ha vinto un oscar, è finita presto nel dimenticatoio, colpa della cattiva memoria collettiva forse, ma fino a quando non è stato girato Milk (2008) non se ne è più parlato, il che mi sembra veramente strano in quanto grazie a questo personaggio si sono svegliate le coscienze politiche di molti ragazzi che dopo la morte di Harvey hanno deciso di portare avanti le sue idee, rivoluzionando la società dell' epoca.

Diretto da Gus Van Sant racconta appunto la storia di Milk, il primo uomo ad essere eletto ad una carica politica negli Stati Uniti apertamente omosessuale, diventato popolare grazie alla sua lotta per i diritti dei gay. Il film inizia con delle immagini reali che testimoniano la violenza che hanno percorso quegli anni di transizione, in cui nulla era scontato e facile. Nel 1970 il protagonista lavora come assicuratore a New York, ma quando incontra Scott decide di abbandonare tutto e trasferirsi a San Francisco con la speranza di cambiare vita e trovare persone più disposte ad accettare la loro relazione senza troppi problemi. 
I due aprono un negozio di fotografia, ma contrariamente alle loro aspettative la gente del posto  non vede di buon occhio il loro arrivo, allarmati dalla reputazione che si è fatto in poco tempo il quartiere, famoso per essere un punto di riferimento per la comunità gay. Da qua parte l' ascesa politica di Harvey.
Quando il messaggio che si vuole mandare è forte e deve arrivare a tutti, ovviamente deve essere realizzato con estrema chiarezza, caratteristica che in questo caso diventa una vera e propria arma vincente, non poteva esserci quindi regista migliore.
Milk è un film intelligente che punta molto, non solo sulla cura delle scenografie e la ricostruzione storica ma anche sulle incredibili interpretazioni di Sean Penn e James Franco che dimostra di avere delle ottime potenzialità lontano da film come spider-man. Non privo di pecche ovviamente ma questo film a mio avviso ha il grande pregio di aver riportato alla luce una storia di intraprendenza, coraggio e forza di volontà troppo speciale per essere dimenticata.

13 commenti:

  1. Grazie per avermene parlato. Francamente non lo conoscevo..
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Manuela per il commento!
      Un bacio

      Elimina
  2. Ciao Monica, complimenti per il blog, io sono molto ignorante in questa materia ed essendo affamata di conoscenza, lo trovo utilissimo e scritto in maniera molto attraente per chi come me è alle prime armi.
    Un abbraccio e a prestissimo.
    www.indiansavage.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, ma non ti credere anche io sono alle prime armi, cerco di imparare e poi condividere con voi quelle poche cose che conosco ;)

      Elimina
  3. Ho visto più di una volta questo film..toccante, ,ispiratore..veritiero! Mi ha sempre lasciato un senso di amarezza, per le ingiustizie ke trattava e perché a pensarci. .quanto poco è migliorato da quei tempi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che sia migliorato poco da allora oggi ci sono molti più diritti il fatto è che ovviamente la strada per il cambiamento è lunga e non facile perciò ci vuole tempo. Ma sono fiduciosa ;)

      Elimina
  4. Io non conoscevo questo film quindi ti ringrazi oper avercelo segnalato e soprattutto per aver condiviso con noi i lsuo messaggio di forza e libertà!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa solo piacere se anche voi ora conoscete la sua storia :)

      Elimina
  5. Ho visto e rivisto questo film tempo fa e devo dire che è molto toccante per la storia, per i sentimenti e la lotta di Milk. Inoltre, adoro Sean Penn e penso che sia un grandissimo attore :)
    Bacioni
    Francesca di http://everydaycoffee23.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come darti torto su Sean Penn? è un grande.

      Elimina
  6. Bellissimo post. Lucy www.tpinkcarpet.com

    RispondiElimina
  7. Bellissimo film! Sean Penn è forse il più bravo tra gli attori in circolazione, gran trasformista, adatto ad ogni ruolo, intenso ed affascinante, sofferente o più leggero...un vero artista!

    RispondiElimina